Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Memex: Galileo (pt.22)

 

Possono le nanotecnologie aiutarci a riparare i danni dell’inquinamento? Qual è l’apice dell’innovazione nel campo delle scienze biomediche? Quanto e come viene contaminato l’ecosistema dalla plastica?

Sono soltanto alcune delle domande che questa puntata di Memex “Galileo” affronta insieme ai suoi protagonisti della Scienza: Vanni Lughi - nanotecnologo e docente all’Università di Trieste - ci parla di quelle nanotecnologie preziose per la sfida ambientale, a testimonianza del potere della Natura come fonte di ispirazione ricchissima per la Scienza.

Con Pier Giuseppe Pelicci - Direttore di Ricerca dell’Istituto Europeo di Oncologia - parliamo di medicina personalizzata, perché la genomica e le tecnologie genomiche rappresentano l’apice dell’innovazione nelle scienze biomediche e sono proprio loro a guidare la transizione verso la medicina personalizzata in Oncologia. Con l’esperimento di Valerio Rossi Albertini scopriamo tutto sulla plastica, le sue contaminazioni e le ripercussioni sull’ecosistema.

E poi il vulcanologo Marco Neri (INGV - Catania), che ci racconta “quando il vulcano fa paura”: ovvero, le eruzioni laterali dell’Etna - le più pericolose - e Neri ci svela perché.

In studio, insieme ad Anna Pancaldi, il nostro Valerio Rossi Albertini dialoga anche con Silvia Massa del Laboratorio di Biotecnologie dell’ENEA che ci parla di “MicroTom, il pomodoro dello spazio”: per rendere più salubre la vita degli astronauti, il laboratorio di biotecnologie dell'ENEA - finanziato dall’ASI - sta esplorando il potenziale delle piante come fonte di integratori alimentari antiossidanti.

Infine, la rubrica del giornalista scientifico e scrittore Pietro Greco per parlare di una storia molto curiosa e ricca di “fascino scientifico”, quella di Wolfgang Pauli, uno dei più grandi fisici del XX secolo, e del numero 137.

Vedi le altre puntate

Estratti

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo