Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Memex: Galileo (pt.8)

 

Mezzo milione di anni fa, dove adesso vediamo l’Etna, c’era il mare. Ma come avvenivano le eruzioni e che cosa provocava il magma in contatto con l’acqua? A raccontarci le meraviglie dell’Etna è il vulcanologo Marco Neri dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Catania, mentre a soprenderci con le ultime frontiere dell’universo della robotica è Andrea Caiti – ricercatore al Centro Enrico Piaggio di Pisa – che ci presenta i robot che si muovono in “sciami”, proprio come gli insetti, per l’esplorazione dei fondali marini.

Dal “frigorifero del tempo” del Professore Vittorio Marchis escono una chiave e una chiave a stella per andare alla scoperta della trasformazione tecnologica dei verbi “aprire” e “chiudere” nel corso dei secoli.

In studio, il Presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, Nichi D’Amico, dialoga con Valerio Rossi Albertini a proposito del progetto SKA, tra i più ambiziosi progetti radioastronomici attualmente in fase di studio.

Ospite in studio è anche Paolo Fiorina – Direttore del Centro di Ricerca pediatrica Romeo ed Enrica Invernizzi dell’Università Statale di Milano – che ci illustra il successo scientifico mondiale, firmato dalla sua squadra di ricerca, per la cura del diabete di tipo 1 grazie all’utilizzo di cellule staminali geneticamente corrette.

Per rivedere le puntate di Galileo clicca qui

Vedi le altre puntate

Estratti

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo