Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Due giorni nel segno di Einstein. Vittorio Bo presenta il Festival delle scienze. Sabato la diretta

Non poteva che essere dedicata ad Albert Einstein, l’undicesima edizione del Festival delle Scienze, in programma a Roma dal 20 al 22 maggio prossimi. Nell’anno della conferma della sua teoria sulle onde gravitazionali e ad un anno dal centenario della sua pubblicazione più celebre, il fisico tedesco sarà il protagonista indiscusso di due giorni di conferenze, lezioni, spettacoli e dibattiti che si svolgeranno all’Auditorium Parco della musica sotto il segno della relatività, che è anche il titolo del Festival.

Quali saranno le nuove frontiere della scienza? Dopo le onde gravitazionali, riusciremo ad individuare e studiare anche le particelle della materia oscura? Fino a dove ci spingeremo nell’esplorazione dell’universo? E quali orizzonti si schiuderanno grazie ai supercomputer e alle reti digitali? Sono solo alcune delle domande sul futuro della scienza a cui proveranno a rispondere esperti e scienziati provenienti da tutto il mondo, come racconta in questo video Vittorio Bo, co-direttore del Festival. 

Tra gli spettacoli in programma da segnalare la conferenza spettacolo “Racconto cosmico. Spazio, materia e gravità nell’evoluzione dell’Universo, a cura dell’Infn, con la partecipazione di Fernando Ferroni, Antonio Masiero (presidente e vicepresidente Infn), Viviana Fafone (tra i responsabili del rivelatore delle onde gravitazionali, Advanced Virgo), l’accompagnamento di Umberto Petrin al piano e Maria Giulia Scarcella, come voce narrante. I racconti animati saranno quelli di Luca Ralli, mentre la conduzione sarà affidata a Patrizio Roversi.

Rai Cultura trasmetterà in diretta streaming, sabato 21 alle 21, l’evento a questo indirizzo.

Il Festival delle Scienze è prodotto dalla Fondazione Musica per Roma, in collaborazione con Codice. Idee per la cultura, con la partnership scientifica dell’Agenzia spaziale italiana (Asi) e dell’Istituto nazionale di Fisica Nucleare (Infn) e dell’università degli studi La Sapienza di Roma.

Sul sito dell'Auditorium Parco della musica tutte le informazioni sul programma del Festival: 
 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo