Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Il Big Bang

Questa puntata tratta dal progetto di Rai Educational “Pulsar”, propone il racconto, in ordine cronologico, delle radicali trasformazioni introdotte dalla scienza e dalla tecnologia nel corso del Novecento.
Nei primi decenni del Novecento si ebbe la definitiva certezza che l'universo non coincideva con la nostra galassia, la Via Lattea. Grazie al lavoro che Edwin P. Hubble svolse a partire dal 1929, si scoprì che tutte le galassie presentavano un moto di allontanamento (o recessione) rispetto a noi, in qualunque direzione venissero osservate. Quanto maggiore era la distanza di una galassia dalla Via Lattea, tanto maggiore risultava la sua velocità di allontanamento, essendo quest`ultima direttamente proporzionale alla distanza della galassia per mezzo di una costante chiamata successivamente costante di Hubble.
La scoperta poneva una serie di interrogativi sulla forma dell`universo e sulla sua evoluzione. In definitiva, se le galassie presentavano un moto di allontanamento reciproco, era logico supporre che l`universo avesse avuto un`origine, sia nello spazio sia nel tempo.
Negli anni Quaranta, George Gamow e i suoi collaboratori, Ralph A. Alpher e Robert R. Herman, svilupparono una teoria sulla sintesi dei nuclei atomici (nucleosintesi primordiale) volta a spiegare l`origine della materia presente nell`universo. I loro calcoli prendevano l`avvio da meno di un secondo dopo la nascita dell`universo, avvenuta attraverso un'immane esplosione o Big Bang, quando l`universo era ancora un "brodo" estremamente caldo e denso di protoni, neutroni, elettroni e altre particelle elementari.
Il Big Bang costituirebbe quindi la nascita dell`universo osservabile. La velocità di allontanamento delle galassie era la diretta conseguenza del moto di espansione generato dal Big Bang; così pure la radiazione di fondo, o radiazione fossile, ovvero il residuo della radiazione provocata dall`esplosione primordiale.  

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo