Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Città della Scienza

Nella tarda serata di lunedì 4 marzo un incendio doloso ha quasi totalmente distrutto la Città della Scienza, aperta a Napoli negli anni 90 dalla Fondazione Idis e considerata uno dei luoghi-simbolo della riconversione e rinascita dell'ex area industriale Italsider di Bagnoli. Il complesso – in grado di attirare ogni anno una media di 350 mila visitatori - comprendeva un museo interattivo, un planetario, un centro congressi, un centro di alta formazione e un'area per mostre d'arte. Lunedì notte le fiamme hanno completamente divorato lo science center, il planetario e sei capannoni per un totale di dodicimila metri quadri. Il governo, la Regione Campania e il Comune di Napoli hanno annunciato l’individuazione di 20 milioni di euro come prime risorse destinate alla ricostruzione del museo e al ripristino delle attività di sviluppo legate alla struttura.

Rai Educational è al fianco della Città della Scienza e unisce la propria voce al coro di sdegno e ribellione che da ogni parte d’Italia condanna l’atto criminale invitando a una pronta ricostruzione dell’area distrutta. Perché la Città della Scienza torni al più presto a essere quell’importante polo tecnologico-culturale che era fino a ieri, pubblichiamo un appello del presidente del Cnr, Luigi Nicolais, seguito dai servizi che Rai Scuola ha realizzato in diretta in occasione della convention “Smart Education & Technology days: tre giorni per la scuola“, organizzata lo scorso ottobre dalla Fondazione Idis-Città della Scienza d’intesa con il Miur.