Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Festival della Scienza Genova 2016

Dal 27 ottobre al 6 novembre la città di Genova ospita la 14^ edizione del FESTIVAL DELLA SCIENZA: 272 eventi, articolati in 29 mostre, 89 laboratori, 154 tra incontri, spettacoli e eventi speciali a cui si aggiungono 28 eventi Fuori Festival, tutti ispirati al tema “Segni”.

La scienza studia i segni che l’uomo ravvisa nella natura, ma è anche scritta con i segni di un linguaggio appropriato inventato dall’uomo. I segni del linguaggio matematico, i segni dell’evoluzione scritti nel tempo profondo, i segni molecolari, i segni genetici, la ricerca di segni di vita su altri pianeti, i segni del linguaggio comune, le prove del delitto; moltissime sono le tipologie di segni analizzati dalla scienza.

Il Festival si conferma iniziativa di riferimento nell’ambito della formazione su scienza e tecnologia. Sono oltre 850 infatti le classi scolastiche che hanno già prenotato la loro visita al Festival, con un coinvolgimento di circa 22.000 studenti di ogni ordine e grado, provenienti non solo dalla Liguria ma anche da Piemonte, Lombardia, Toscana, Emilia-Romagna, Veneto, Campania, Puglia.

Durante gli undici giorni del Festival il programma vede ospiti d’eccezione, come il premio Nobel per la Chimica Martin Chalfie (5 novembre, ore 21) e il vincitore del Premio Turing 2012 Silvio Micali, (5 novembre, ore 17:30). Sarà anche presente il coordinatore del progetto Virgo per la scoperta delle onde gravitazionali, Fulvio Ricci (29 ottobre, ore 16). Di spazio e particelle parleranno Guido Tonelli (30 ottobre, ore 21), che farà il punto sulle ricerche per il bosone di Higgs al Cern, e Elena Aprile (4 novembre, ore 21) che introdurrà alla materia oscura. Riguardo i simboli e i segni in matematica interverranno Eugenia Cheng (29 ottobre, ore 18:30) e Eduardo Sáenz de Cabezón Irigaray (5 novembre, ore 18:30). Mentre di tecnologia e futuro parleranno Marcus Du Sautoy (3 novembre, ore 15:30) e David Orban (2 novembre, ore 21). Le promesse della tecnologia CRIPS verranno illustrate da Pier Giuseppe Pelicci (6 novembre, ore 18:30), e in generale i segni genetici saranno l’argomento di Joseph Mazur (31 ottobre, ore 21) e Sam Kean (28 ottobre, ore 21). La longevità sarà il tema affrontato da Juan Carlos Belmonte (30 ottobre, ore 18:30). Infine, del rapporto tra scienza, arte e filosofia parleranno Bruno d’Amore (1 novembre, ore 21) e Maurizio Ferraris (28 ottobre, ore 18).

Rai Cultura è presente al Festival della Scienza e raccoglierà giorno per giorno in questo speciale contributi video, interviste e approfondimenti direttamente dal Festival.

Buona visione!